Tag Archivio per: condiviso

Affidamento esclusivo e condiviso dei figli nati da convivenza

La legge n. 56 del 2006 ha introdotto nel nostro ordinamento l’affidamento condiviso disponendo che “anche in caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con i parenti di ciascun ramo genitoriale” (articolo 1, oggi art. 155 cod. civ.).

In caso di rottura della convivenza c.d. more uxorio, se dall’unione sono nati dei figli la loro posizione giuridica è la medesima di quella applicata ai figli legittimi: di conseguenza il figlio naturale riconosciuto potrà essere affidato ad entrambi i genitori (affido condiviso), con collocamento prevalente presso uno dei genitori al quale potrà essere assegnata la casa familiare anche se di proprietà esclusiva dell’altro genitore.

L’elemento innovativo della L.54/2006 sta nel fatto che la disciplina dell’affidamento condiviso si applica anche alle unioni “diverse” dalla famiglia legittima; ed infatti la norma espressamente enuncia che “le disposizioni della presente legge si applicano anche ai procedimenti relativi ai figli di genitori non coniugati” (art. 4 – Disposizioni finali).

Sui presupposti in materia, si richiama lo specifico contributo: affidamento esclusivo e condiviso collegamento all’omonimo contributo.

Per approfondimenti (e per un primo appuntamento senza impegno e costi a carico del richiedente) contattare Avv. Marco Pola: 02.72022469 – marcopola@npassociati.com